Menù


Cina: Afrodisiaco al "succo" di formica. Era una truffa. Manifestanti scendono in piazza

PECHINO - Migliaia di cinesi di Liaoning, provincia del nord-est della Cina, sono in rivolta per aver investito soldi in un programma, rivelatosi ora una truffa, di allevamenti di formiche da cui ricavare un afrodisiaco. Le strade di Shenyang, capoluogo della provincia, sono state invase oggi da manifestanti arrabbiati che chiedono indietro i soldi versati al Yilisheng group, promotore dell'inconsueta idea di allevare formiche da cui estrarre ingredienti per pozioni afrodisiache. I manifestanti hanno circondato i palazzi governativi e gli edifici della società, mentre le autorità hanno dispiegato ingenti forze antisommossa per evitare assalti e scontri come lunedì scorso. Il gruppo Yilisheng produce e commercia sopratutto prodotti per la salute, come recita la sua pubblicità: capsule anti affaticamento, capsule che facilitano il sonno, che danno bellezza, che ritardano la vecchiaia, che aumentano le capacità immunologiche, ecc. Per il programma sulle formiche, gli investitori , molti dei quali lavoratori licenziati o agricoltori, hanno versato complessivamente più di dieci miliardi di yuan, riferiscono i media cinesi, con la promessa di triplicare i loro investimenti. Secondo alcuni media locali, il programma era in realtà uno stratagemma per razziare fondi, ma migliaia di cinesi avevano aderito convinti anche dai primi guadagni che arrivavano puntualmente. Da ottobre invece il gruppo ha ritardato per due volte di versare i soldi alimentando i timori che fosse sull'orlo del fallimento o che i fondi fossero stati congelati dal governo. Da lunedì sono quindi cominciate le rivolte. 

 Fonte Ansa - Reuters







Inserisci la tua email per ricevere la  newsletter di Asiatica gratis


Hosting by YMLP.co

Pubblica il tuoi comunicati stampa scrivendo a: asiatica@email.it