Menù


Rivolte nello Xinjiang. Contadini sfruttati e malmenati

Cina: la provincia autonoma dello Xinjiang, a nord-ovest del paese, patria degli uiguri (minoranza etnica musulmana), torna sulle cronache dei giornali cinesi, perlomeno quelli di Hong Kong. Secondo un comunicato stampa diffuso dal Centro per i diritti umani e la democrazia dell’ex colonia inglese 40 persone sono state ferite durante alcuni scontri tra polizia e manifestanti, mentre 25 sono state fermate, senza però essere arrestate.
Ma veniamo ai fatti. Nella regione di Suxingtan, nello Xinjiang appunto, la situazione è molto preoccupante.  La Construction and Production Corps, un'organizzazione paramilitare formata da ex-militari dell' esercito cinese e sostenuta dal governo locale, possiede diversi terreni coltivati a cotone e tutti i contadini della zona sono costretti a vendergli, a prezzi irrisori, i propri raccolti (di cotone).
Alcuni giorni fa alcune centinaia di mezzadri hanno deciso di porre fine a questa ingiustizia e hanno deciso di vendere il loro cotone al dettaglio. La risposta del Cpc alla protesta è stata quella di limitare gli spostamenti degli agricoltori, attraverso dei posti di blocco, per impedire che potessero distribuire il loro raccolto. La reazione dei vessati non si è fatta attendere. Sembra infatti che dei check-point del Cpc siano stati presi d’assalto. Diversi i dimostranti feriti e contusi. Alcuni sono stati fermati e schedati. Non ci è dato sapere a quale etnia appartengano i “ribelli”, anche se sarebbe molto interessante. Ad ogni modo la situazione, per ora, sembra essere tornata alla normalità. Infatti la Construction and Production Corps continua a sfruttare i poveri contadini e sembra che sia l’unica organizzazione paramilitare sopravvissuta alle riforme degli anni ottanta. In passato “corpi” del genere venivano impiegati nelle zone dove l’influenza del governo centrale non era molto forte. Lo Xinjiang sicuramente è una di queste. 
Fonte Ansa


Inserisci la tua email per ricevere la  newsletter di Asiatica gratis


Hosting by YMLP.co

Pubblica il tuoi comunicati stampa scrivendo a: asiatica@email.it