Menù

Curiosità



Cina, punching-ball anti-stress introdotto in un liceo

Stress ed ansia sono già da molto tempo divenuti popolari in Cina. Le realtà urbane sono naturalmente le più colpite. Infatti il boom economico del paese orientale ha imposto alla gente delle grandi città dei ritmi di vita infernale. Poche sono le occasioni per distrarsi o sfogarsi. Un rimedio però sembra essere stato adottato da un preside di un liceo di Zhengzhou, nella Cina occidentale. Stanco di vedere i suoi insegnanti frustrati a causa della mole di lavoro, ha allestito una stanzetta di sette metri quadrati con la sua faccia sorridente incollata su un punching-ball. In questo modo i docenti possono in qualsiasi momento sfogare la propria rabbia. Song Qi, speiga al quotidiano “News of Peking” che l’idea è nata perché “gli insegnanti sono sottoposti a forte pressione psicologica, che sfocia spesso nella depressione". Infatti nelle scuole si respira un esagerato spirito di concorrenza e gli insegnanti vengono assillati dai genitori affinchè ai loro figli venga data un’istruzione di qualità sempre più elevata che possa consentirgli di superare gli esami di accesso alle università più prestigiose.
 Intanto il rimedio anti-stress introdotto nella scuola sembra funzionare. Un insegnante appena uscito dalla stanzetta, con affanno, conferma di sentirsi “psicologicamente meglio”
Fonte Agi


Cina, Linyi, sosia di Pavarotti, rende omaggio al grande tenore italiano

Pavarotti è stato un grande interprete del teatro d'opera, un ambasciatore del nostro paese all'estero. E' difficile ricordare in poche parole una carriera di tale rilievo, in Cina si conosce l'Italia attraverso la sua voce, i cinesi adorano il melodramma italiano e la notizia della morte del tenore modenese ha riempito le pagine dei loro giornali.

Pare che a Linyi un "sosia" cinese di Pavarotti, tale Jin, alto circa 1.82  e di circa 120 kg, si sia esibito per i media, ma in realtà amava impersonare l'amato Maestro da circa vent'anni.

Alla morte di Pavarotti ha allestito una stanza della sua casa per ricevere i fans, con i ricordi del Maestro, e per rendere omaggio alla sua vita ed alla sua carriera.

Isabella Garofali

Fonte: Reuters

Cina, avvistati in un lago sei "mostri di Lochness"


PECHINO, Il mostro di Loch Ness si e' trasferito in Cina. Un reporter televisivo ha dichiarato di avere girato un video della durata di circa venti minuti che documenta la presenza, nel lago di Tianchi, vicino al confine con la Corea del Nord, di sei mostri. Zhuo Yongsheng, questo il nome del reporter che lavora per un'emittente televisiva locale, ha mandato all'agenzia di stampa ufficiale cinese Nuova Cina alcune fotografie delle misteriose creature: in una di queste, i mostri si muoverebbero in gruppi di tre; in un'altra invece comparirebbero tutti assieme. ''Ero andato racconta il reporter - sulla cima del versante della montagna con due guide locali per vedere l'alba verso le cinque del mattino, ma e' stato inutile perch‚ c'era nebbia''. I mostri sono stati avvistati poco piu' tardi, quando un enorme oggetto e' emerso dalle acque, seguito poco dopo da altri cinque delle stesse dimensioni. ''Nuotavano continua Zhuo - veloci come yacht e a volte scomparivano sotto la superficie: era impressionante vederli muoversi tutti allo stesso ritmo, come se qualcuno gli stesse dando un ordine'''. Zhuo ha inoltre detto di non credere alle leggende sui mostri dei laghi, ma di essere sicuro di quanto ha visto. Secondo gli scienziati, le acque del lago sono troppo fredde per permettere la sopravvivenza di simili creature. Tratto da Ansa


Corea del Nord: i conigli giganti una possibile soluzione per le continue carestie
 
Karl Szmolinsky, fino a poco tempo fa, era un comune pensionato tedesco con la passione per i conigli. Recentemente ha vinto un premio per aver allevato il più grande coniglio della Germania, Robert,10,5 chilogrammi di peso. La notizia ha fatto il giro del mondo. Alla Corea del Nord, flagellata da continue carestie, non è sembrato vero. Infatti alcuni funzionari dell’ambasciata di Pyongyang si sono affrettati a contattare Karl. “…Sono stato pregato di vendere alcuni dei miei esemplari per creare in quel paese una fattoria pilota in grado di moltiplicare i miei coniglioni. Mi è sembrata un'ottima idea e mosso da simpatia ho fatto un consistente sconto, solo 70 euro per capo, contro i 200-250 euro del prezzo di mercato. E andrò in Corea del nord a fare da consulente per la fattoria pilota”. L’idea in apparenza sembrerebbe buona. Infatti un super coniglio sfamerebbe da solo circa otto persone. Ma non mancano le difficoltà. Questi mammiferi giganti della famiglia dei Leporidi hanno bisogno di essere nutriti e viste le loro dimensioni il pasto sarà sicuramente molto abbondante. Intanto Szmolinsky è assediato da giornalisti e fotografi che cercano di strappargli un’intervista. «La cosa sta cominciando ad preoccuparmi. Sta arrivando nelle prossime una troupe televisiva giapponese appositamente da Parigi. È troppo”.
 
Fonte Adnokronos
 
Cina, la Tv diffonde il suo numero di telefono.
Cittadino  risarcito
 
E’ una sentenza storica. Almeno in Cina. Infatti un tribunale di Pechino ha i deciso che un cittadino cinese, bersagliato da migliaia di messaggini, venga risarcito da una compagnia di produzione televisiva, rea di aver diffuso il suo numero di cellulare durante la programmazione di un film. Ma veniamo alla storia. Nel luglio 2004 Chen Bing, questo è il nome del risarcito, ha iniziato a ricevere una quantità di sms, decisamente eccessiva, da parte di sconosciuti. Solo dopo un po’ ne ha capito la ragione. Infatti durante il popolare serial Tv “Tempesta di settembre della polizia cinese”, un attore aveva dettato ad un altro protagonista della fiction un numero telefonico che corrispondeva esattamente a quello in uso a Chen Bing. Parte degli spettatori dello sceneggiato, circa 3mila, non hanno resistito alla tentazione e hanno così tempestato di sms l’ignaro cittadino. 
Ora Chen Bing ha vinto la causa. E torna a casa con un risarcimento di 250 dollari che di questi tempi non sono da buttar via.
 
Fonte Adnkronos

"Cooking Mama", la novità dal Sol Levante per grandi e piccini
 
Si chiama “Cooking Mama” il nuovo videogames, made in Giappone, che ha mandato in pensione i “leader del settore”, da Lara Croft a SuperMario. Il nuovo appassionante videogioco, disponibile per la consolle Nintendo Ds, è un simulatore culinario. Si possono così tagliare verdure, dalle zucchine alle carote, o addirittura fare pastasciutta. Il gioco consiste nel seguire le indicazioni e i consigli di una casalinga esperta che viene visualizzata nello schermo superiore. I piatti che possono essere preparati dal giocatore-apprendista sono più di 100 e spaziano dalla cucina nipponica a quella internazionale, compresa quella italiana. Niente più pistole ed inseguimenti o battaglie all’ultimo sangue. Infatti con “Cooking Mama”  il panorama dei videogiochi sembra essere cambiato. Lo dimostra anche l’interesse che ha riscosso tra gli adulti. Insomma ce n’è per tutti. Grandi e piccoli possono mettersi alla prova ed inventare addirittura delle nuove pietanze che verranno poi giudicate dal un inflessibile chef.
 
Fonte Adnkronos/Mzz/Col
 
Giappone, una geisha svela i segreti del mestiere 

E’ di un’aspirante geisha il blog più popolare del Giappone. La ragazza che lo gestisce si chiama Ichimame ed è una diciottenne maikò (apprendista) di Kyoto. Quello della geisha è una professione che richiede molta preparazione e diversi anni di duro lavoro. Il tirocinio può essere più lungo di quello di un medico e il piano di studi prevede materie che vanno dalla poesia al teatro, dal trucco alla musica perché le “intrattenitrici” femminili giapponesi, famose in tutto il mondo, non possono avere lacune culturali.Ichimame, con il permesso della sua scuola, ha reso pubblico quel percorso formativo i cui contenuti sono stati sempre un tabù. Con 10.000 visite al giorno, quello della giovane apprendista, è uno dei blog più visitati nel Sol Levante. Le sue descrizioni e l’entusiasmo nel raccontare quell’antico mestiere l’hanno reso famosa, soprattutto nel “quartiere dei fiori”, quello di Kamishichiken, dove attualmente vive, a tal punto che sono tantissime le richieste che riceve per inserire banner pubblicitari nel suo diario on-line. Sembra poi che la sua passione per quello che sarà il suo futuro lavoro abbia spinto  un'adolescente della prefetturacentroccidentale di Ishikawa ad intraprendere il medesimo percorso con il nome di Ichiteru. Si dice che sarà anche la candidata ideale che avrà l’onore di continuare ad aggiornare il blog quando Ichimame sarà diventata geisha a tutti gli effetti.
Fonte Ansa
Ad HongKong il terreno più "salato" del mondo
 
HongKong in questi giorni fa parlare di sè. E’ un pezzo di terra a far discutere. Si trova sul Peak, una delle zone più esclusive del maggiore porto commerciale del mondo. E un azienda, la Sun Kung Kai properties, l’ha pagato a peso d’oro. Ci sono voluti 1,8 milioni di HK$ (circa 174 milioni di euro) per aggiudicarsi un terreno di 42.658 metri quadrati dove intende costruire un complesso residenziale di lusso. Secondo il South China Morning Post, che cita fonti della rivista Forbes, il record precedente apparteneva ad una residenza nella regione inglese del Surrey che occupava una superficie di 235 mila metri quadri. Pagata ben 94 milioni di euro, con un valore al metro quadro dieci volte inferiore al lotto di HongKong. Rimane il dubbio su quanto costerà una notte nel la futura "dimora imperiale"
 
Fonte Ansa
Cina, il declino della Grande Muraglia
 
PECHINO: La grande Muraglia è a rischio. Questa volta non è colpa delle autorità locali, che hanno già ampiamente abusato del manufatto archeologico sottraendo pietre per costruire strade, bensì di rave party, raid motociclistici, guida di fuoristrada, arrampicata libera, graffiti.
L’allarme è stato lanciato addirittura dal governo centrale che ha deciso di intervenire duramente contro chi contribuisce al degrado dell’antica struttura, simbolo della Cina. Sono state quindi varate delle misure, pubblicate sul sito web del governo centrale, per salvaguardare la Grande Muraglia ed è stato redatto un regolamento ad hoc che elenca tutti i comportamenti che possono costituire infrazione o addirittura reato.. Niente più incisioni, nè possibilità di portar via mattoni o terriccio. Anche l’uso di veicoli e/o organizzare eventi in settori non aperti ai turisti sarà proibito. Secondo il Consiglio di Stato “l'esplorazione turistica impropria ha causato danni al monumento e alle sue caratteristiche storiche”. Saranno vietati anche i rave party che hanno contribuito sicuramente al degrado della zona archeologica. Il quotidiano “China Daily” già lo scorso anno aveva denunciato come in quelle feste “Alcuni partecipanti furono coinvolti in azioni indecenti e illegali: urinarono sulle mura e assunsero droghe”. Questa volta Pechino sembra decisa a tutto pur di tutelare le sue mura storiche. Sul sito web si invitano cittadini ed organizzazioni a contribuire al recupero inviando aiuti finanziari al Fondo per la protezione della Grande Muraglia. Asa
 
Fonte Ansa Reuters AFP
 
Italia-Cina: la "guerra" dell’aglio
 
La Coldiretti lancia l’allarme aglio-cinese. Sembra abbia invaso il mercato italiano. Infatti uno spicchio su due consumato in cucina sarebbe straniero, con un aumento record dell'8,5 per cento delle quantita' importate nel primo semestre del 2006. L’OLAF, ufficio anti-frodi dell'Unione Europea, mette sotto accusa diverse società cinesi che esportano illegalmente aglio, attraverso Giordania, Serbia, Turchia ed Egitto, causando perdite al fisco pari a circa 60 milioni di euro.
In effetti i paesi citati poc’anzi si sono trasformati improvvisamente in esportatori di aglio per il mercato italiano, anche se non risultano essere produttori. C’è chi stima che entro la fine di quest’anno saremo letteralmente sommersi dalla pianta erbacea cinese, circa 25 milioni di chili contro una produzione nazionale annuale di 30 milioni di chili. Ma non finisce qui. Quello che preoccupa ancor di più è la qualità dell’aglio che arriva sulle nostre tavole. Infatti la falsa identità del prodotto cinese, che arriva nel Belpaese attraverso paesi terzi, nè impedisce la rintracciabilità. In pratica ci potrebbero essere rischi per la salute. Il consiglio è quello di controllare sempre l’etichetta, nella speranza che non venga contraffatta. Asiatica
 
(Fonte Agi)
 
Sol Levante, il manzo americano torna sulle tavole dei giapponesi
 
Dopo il divieto imposto nel dicembre 2003 dalle autorità nipponiche alle importazioni di bovini dagli Stati Uniti, in seguito alla scoperta del primo caso americano di mucca pazza, i giapponesi tornano a mangiare carne proveniente dagli Usa. A luglio infatti il Paese del Sol Levante ha autorizzato nuovamente la distribuzione del manzo a stelle e strisce e centinaia di persone si sono riversate nel centro di Tokyo prendendo d’assalto alcuni ristoranti per ritornare ad assaporare il “beef bowl”, specialità americana, messa al bando da oltre due anni. Alcune persone hanno addirittura passato la notte davanti alla famosa catena di fast-food, Yoshinoya D&C, per essere sicuri di potersi accaparrare una porzione del piatto bandito. Anche l'ambasciatore Usa in Giappone, Thomas Schieffer, non ha potuto fare a meno di accogliere la notizia con entusiasmo. "Valeva l'attesa", ha detto. "E' un giorno di celebrazione, la carne è tornata in Giappone". Asiatica
 
(Fonte: Reuters)
 
Cina, donne di servizio cercasi...laureate
 
Anche in Cina tempi duri per i laureati! E’ il caso di 32 ragazze tra i 21 e i 25 anni appena laureate in inglese presso l’Università Hechi nella regione autonoma di Guangxi che andranno a lavorare nella vicina città di Shenzhen, nella provincia del Guangdong, nel sudovest della Cina. Fino a qui nulla di strano se non fosse che sono state ingaggiate, dalla compagnia Shenzhen Jujiale Home Service Chain Management, come donne di servizio presso famiglie straniere. Guadagneranno 1.800 yuan per i primi due mesi di prova
e 2.000 yuan per il periodo successivo. Una bella cifra se messa a confronto con quello che avrebbero potuto ottenere rimanendo nel Guanxi. Le ragazze hanno già iniziato a frequentare un corso tenuto da un esperto filippino. Materie insegnate: cucina occidentale, cura dei bambini, dei cuccioli e degli anziani. Per il momento le nuove studentesse si dichiarano soddisfatte, anche perché il lavoro potrebbe essere utile per migliorare l’inglese parlato e per comprendere un pò meglio lo stile di vita occidentale. Asa
 
(Fonte Ansa)
 
Usa–Cina: raggiunto accordo sulle uova di dinosauro 
 
Ormai era una questione di principio. Quelle uova di dinosauro la Cina le rivoleva a tutti i costi. E proprio l’altro giorno è stata raggiunta un’intesa inquadrata nell'ambito della cooperazione culturale sino-americana.
Sono 42 le scatole contenenti fossili di uova di dinosauro che gli Stati Uniti restituiranno alla Cina in seguito all’accordo firmato tra il Consolato Generale della Repubblica Popolare Cinese e l'Ufficio Dogana e
Protezione Confini degli Stati Uniti (Cbpb). I contenitori con il prezioso contenuto erano stati rinvenuti dalla polizia nel 2001  presso un magazzino di Long Beach Port, località nelle vicinanze di Los Angeles. Nel corso l’operazione era stato arrestato un cittadino australiano accusato di averle trafugate durante un soggiorno in Cina. Huaizhi Chen, l'ufficiale del Consolato, si è detto soddisfatto degli impegni presi dagli Usa, anche se i tempi di consegna saranno abbastanza lunghi. Per quanto riguarda il valore dei fossili nessuno si esprime. Ma secondo Aileen Suliveras, assistente al Cbpb, non tutti sarebbero autentici. di Fabio Mango
(Fonte Ansa) 
 
Sichuan, “Grande Fratello”  con i panda
 
Ci sarà una telecamera piazzata al Centro di ricerca della riserva di Wolong, nel sud ovest della provincia cinese del Sichuan, che li riprenderà giorno e notte. Ci sarà anche un sito internet, www.pandaclub.net, che trasmetterà quelle immagini per la felicità degli amanti dell'animale che attraverso dei quiz potranno testare la loro conoscenza del mammifero. Questo sistema di trasmissione sarà garantito dalla collaborazione 'Wolong Giant PandaReservation and Research Center', dal Computer Network Information Center dell'accademia cinese delle scienze e dall' A&M University statunitense. Tra i simpatici “orsetti”, però, non ci sarà nessun “nominato”, almeno questo dalle ultime indiscrezioni. 
 
Auguri Kaud!
 
Si chiama Kaud l'elefantessa asiatica in dolce attesa grazie all'inseminazione artificiale. Operazione riuscita grazie sopratutto all'intervento dello zoo isreaeliano di Tel Aviv che ha messo a disposizione il seme di un maschio di 12 anni.
Kaud, 25enne, avrà una gestazione che durerà tra i 20 e i 27 mesi.
La nascita del piccolo è prevista a marzo 2007. Attualmente in Thailandia vivono circa 4.000 pachidermi, il 70% dei quali sono addomesticati e muniti di un chip contenente tutti i dati dell'animale e che consente di localizzarli.ASA
 
(Fonte AGI) 
Corea, Bust Doctor per chi ha problemi di seno
 
Il tuo seno è troppo piccolo? Hai problemi di decolettè? Bust Doctor mette fine ai tuoi insuccessi e ai tuoi complessi. Infatti il nuovo prodotto coreano, una sorta di reggiseno vibrante a doppia velocità, promette miracoli, basta leggere le istruzioni per l’uso. Indossarlo almeno quindici minuti al giorno, solo dopo aver avuto l’accortezza di spalmare sull’area critica una crema altrettanto portentosa. Sull’efficacia della diavoleria asiatica nessuno, per ora, si pronuncia. La cosa certa è che non ha effetti collaterali. Il prezzo abbordabile, circa 35 dollari, è vincolato però all’acquisto on-line di ben 1000 pezzi. Come dire vietata la vendita al dettaglio. ASA
 
Maggiori informazioni sul prodotto le potete trovare su  http://www.trymax.co.kr/hq/item.php?
 
(Fonte Tgcom) 
Seoul, ai batteri piacciano i carrelli della spesa
 
A Seoul i batteri preferiscono i carrelli della spesa. E’ quanto si evince da una ricerca condotta dal Korea Consumer Protection Board che ha analizzato sei oggetti largamente usati dalla popolazione coreana e ha così potuto stilare una classifica dei luoghi preferiti dai batteri. Contrariamente a quanto si possa pensare i bagni pubblici non rientrano nella graduatoria infatti "la ragione per cui i carrelli hanno così tanti batteri è che la zona di osservazione è più grande delle altre e la gente ha più spazio per mettere le mani", ha detto per telefono Kwon Young-il, un funzionario dell'associazione. Così a guidare la classifica della scarsa igiene c’è appunto il carrello della spesa con 1100 colonie di batteri per 10 cm quadrati, subito dietro il mouse per computer negli Internet cafe. A seguire i sostegni degli autobus, con ben 380 colonie, tallonati dalle maniglie delle porte con 340. Alle loro spalle i pulsanti degli ascensori e i sostegni dei mezzi pubblici. Comunque niente paura per la salute pubblica, il sapone infatti gli sgradevoli ospiti temono il sapone.ASA
 
(Fonte Reuters)
 
Cina, capodanno con il pannolone
 
 La Festa della Primavera, comunemente conosciuta come capodanno cinese, è uno degli appuntamenti più attesi da tutto il popolo cinese. Chiunque abbia avuto l’opportunità di trovarsi in Cina in questo periodo, avrà notato che la popolazione è in continuo fermento, perché tutti, ma proprio tutti, tornano ha festeggiare, l’evento tanto atteso, dai propri cari. In genere questi spostamenti avvengono in treno o in autobus e possono richiedere poche ore come durare giorni. I contadini, che dalle campagne si sono trasferiti stabilmente in città per lavorare, sono circa 120 milioni, gli stessi che faranno ritorno a casa per festeggiare il Nuovo anno lunare. Possiamo facilmente immaginare i disagi. L’utilizzo dei bagni è stato uno dei problemi che i passeggeri, viaggiando via terra, hanno dovuto affrontare, soprattutto per chi ha deciso di prendere il treno. Infatti le carrozze erano stracolme al punto tale da negare l’accesso ai servizi a chiunque avesse l’esigenza di utilizzarli. Ma i cinesi si sa, si adattano ad ogni tipo di situazione, e non si sono persi d’animo. Al momento del bisogno hanno tirato fuori l’asso nella manica: il pannolone per adulti. A confermare questa strategia  sono stati i supermarket della città meridionale di Foshan che hanno registrato il 50% in più nelle vendite “dell’accessorio da viaggio”.ASA
 
(Fonte Reuters) 
Cina, uomini facoltosi cercano mogli vergini

Succede in Cina, precisamente nella provincia del Guangdong, dove sono comparsi, in alcune riviste, annunci di uomini facoltosi in cerca di mogli vergini da portare sull’altare. Il fenomeno ha destato talmente tanto sconcerto nella società civile della già citata provincia cinese che il Nanfang Zhoumo («Fine settimana del sud»), uno dei giornali più noti del Guangdong soprattutto per le sue inchieste scottanti, ha ricevuto numerosissime lettere da parte di donne che non condividono affatto questo strano modo di cercare la propria consorte. Infatti dal tono delle missive si capisce come ci sia tolleranza zero per chi ha intenzione di cercare moglie nei modi non tradizionali. «Non è forse chiaro che il proposito della conservazione delle verginità è quello di venderla a caro-prezzo?», ha scritto, indignata, una giovane lettrice. «È una cosa odiosa – afferma un’altra lettrice - la bellezza di una persona deriva dalle sue qualità interiori, non dalla verginità». E ancora una terza donna condanna il comportamento di che vende la propria verginità, affermando che «oggi ho il diritto di scegliere, e lo voglio esercitare. Per guadagnare e vivere non ho bisogno di un uomo, posso farlo da sola». Queste sono solo alcune delle lamentele pervenute al famoso giornale alle quali, Yuan Yue, professore di scienze sociali a Pechino, ha cercato di dare una risposta, individuando nel caos, generato dai cambiamenti frenetici che la società cinese ha subito negli ultimi anni, la causa. «Se guardate chi sono le ragazze che si candidano a sposare i ricchi inserzionisti - dice - vedrete che sono tutte nate dopo il 1980, e che hanno un atteggiamento affaristico. Dall'altra parte, coloro che cercano le spose vergini sono di solito persone che vengono dal nulla e che oltre ai soldi non hanno altro. Pensano a una moglie come a una Bmw o a un appartamento di lusso, e ritengono che sia normale comprarla con le caratteristiche che preferiscono».
Analoga sembra essere la tesi di Yang Xiong, dell' Accademia delle scienze di Shanghai, che ritiene la società cinese in una fase di transizione che favorirebbe lo sviluppo di questi fenomeni.Asa
 
Fonte Ansa
 
 Strane abitudini
 
La maggior parte delle persone che vivono su questo pianeta detestano il traffico e odiano il trambusto provocato dalle macchine che sfrecciano sulle strade. Ma lei, una ragazza cinese 29enne, sembra non dare peso al frastuono delle macchine imbottigliate nella Strada del terzo anello di Pechino. Anzi, a suo dire, il gran rumore l’aiuta a concentrarsi nello studio. Infatti tutte le mattine Ouyang Junying scende per strada e sul marciapiede, con le spalle rivolte agli automobilisti perplessi, ripassa la sua lezione d’inglese. Ormai la ragazza è diventata celebre, soprattutto tra i conducenti che ogni giorno sono costretti a percorrere una delle arterie più congestionate della città.
 
Ma perché lo farà? A questa domanda nessuno sa dare una risposta. Alcuni azzardano delle ipotesi: esibizionismo, popolarità. Lei si giustifica dicendo che se studiasse in un parco sarebbe oggetto di occhi indiscreti e curiosi, ma per strada – spiega – “ se le macchine mi passano davanti, non m’importa”.Asa
 
Fonte: NewYork Time 
Cina il viagra si tinge di rosa
 
Ospedale Universitario numero uno di Pechino. Le candidature femminili per provare la “crema miracolosa” sono state più di 200 secondo quanto riportato dall’agenzia stampa cinese Xinhua.
Data la grande curiosità  e l’interesse del gentil sesso” verso il viagra femminile, l’Ospedale ha deciso di accettare in tutto circa 400 domande di sperimentazione.
Al test parteciperanno donne di tutte le età e l’attenzione suscitata è giustificata. Infatti da un sondaggio risalente a circa 10 anni fa si era evinto che il 50% delle donne cinesi non avevano mai provato un orgasmo durante i rapporti.
Attualmente le donne in Cina sono molto più emancipate e indipendenti. Naturalmente più “esigenti” e attente alla qualità della loro vita sessuale.
Nella speranza che in futuro le donne cinesi siano più soddisfatte, attendiamo con impazienza i risultati della sperimentazione.  Asa 
 
(Fonte: Ansa/Reuters)
 
Quando mangiare carne di tigre costa troppo caro
 
 Mangiare carne di tigre è un reato, lo ha stabilito un tribunale cinese comminando una pena di nove anni di reclusione a due contadini della provincia Heilongjiang, nel nord-est della Cina. I due condannati, rei di aver banchettato con carne di tigre, avevano catturato l’animale che era caduto in una trappola. Dopo essersi assicurati che la tigre (specie diffusa in Manciuria, in via di estinzione e quindi protetta dalle vigenti leggi cinesi) in questione fosse morta, l’avevano  trasportata a casa per cucinarla. Una sentenza dura per i due malcapitati e forse un po’ eccessiva considerando che altri animali in via d’estinzione compaiono regolarmente in diversi menù, soprattutto nei ristoranti delle province del sud.Asa
 
(Fonte: Ansa/Reuters)
 
Lunga attesa per Chang Kai-Shek...e alla fine ottiene la sepoltura ufficiale  
 
Il leader del partito nazionalista cinese Chiang Kai-Shek giunto a Taiwan nel 1949, dopo la sconfitta subita nella guerra civile in Cina e morto sull’isola  nel 1975, non avrebbe mai immaginato di rimanere, dopo il suo decesso, senza un posto, degno del suo  nome, dove riposare per sempre. Per ben 30 anni, è stato “ospitato” da un mausoleo nella città di Taoyuan a nord di Taiwan e pazientemente ha atteso…
Stessa sorte, ma con tempi decisamente più contenuti, è toccata al figlio Chiang Ching-Kuo morto nel 1988. Nonostante avesse avuto il merito di porre fine alla legge marziale, abolita nel 1987, e di aver avviato un processo di democratizzazione del Paese, ponendo fine al “regime “ del padre. Ebbene, finalmente, nel marzo o aprile del prossimo anno, si celebreranno i funerali di Stato per i due, con sepoltura in un cimitero militare a Taipei.
Un’altra disgrazia, però, sta per colpire la famiglia di Chiang Kai-Shek. Lo scorso anno è infatti morta, all’età di 106 anni, la moglie del leader del partito nazionalista. Tutti si chiedono dove verrà sepolta, alcuni hanno azzardato delle ipotesi, per i tempi nessuno si pronuncia. Asa
 
(Fonte: Ansa/Reuters)
 
Cina, visite turistiche al centro nucleare 
 
Ormai la Grande Muraglia, le Tombe dei Ming e la Città Probita rappresentano un remoto passato, almeno per quanto riguarda l’attenzione delle autorità cinesi che hanno deciso di investire, turisticamente parlando, non nella “manutenzione” della loro tradizione, ma nella promozione di “siti archeologi” molto particolari. Qinghai, provincia a nord-ovest della Cina con un centro nucleare dismesso dal 1987: è questa l’attrativa per migliaia di turisti cinesi. Costruito nel 1958 ospitava circa 30mila persone tra ricercatori, militari e tecnici, per questo è conosciuto come “la città nucleare”. Il suo “rilancio” preparerà il Paese alla celebrazione, nell’ottobre  prossimo, del 40esimo anniversario della sua prima esplosione nucleare. Asa
 
(Fonte: Ansa/AFP)  
 
Vietnam, Con Dao da carcere americano a villaggio turistico
 
Prima la Francia nel 1861, poi l’America fino al 1975 utilizzarono Con Dao, isola vietnamita, come carcere per prigionieri di guerra.
Ora la compagnia statunitense Indochina Capital Corp. ha deciso di investire nella malfamata, ma bella isoletta. “Siamo continuamente alla ricerca di posti speciali, - dice l’amministratore delegato della società Peter Ryder -  e Con Dao è perfetto”.
L’inaugurazione della struttura di circa 60 stanze è prevista per la fine del 2006.
 
Con Dao ha più di 20 spiagge e  si trova a 230 chilometri a sud della capitale vietnamita Ho Chi Minh con la quale è collegata da voli nazionali. Anche le Spatlys, isole contese da ben sei Paesi, rientrano nei progetti di sviluppo turistico delle autorità vietnamite che in attesa di costruire un aeroporto nell’aerea, hanno già organizzato il primo tour nell’arcipelago, tra le proteste di Cina, Filippine, Malaysia, Brunei e Taiwan.Asa 
(Fonte: Ansa/Reuters)
 
Chi ha detto che Gengis Khan non sapeva leggere e scrivere?
   
Tengus Bayaryn, storico “cinese”, sarebbe in possesso di un “editto autografo” che si trovava all’interno di un libro inviato da Gengis Khan a un monaco taoista cinese.
Il documento dimostrerebbe come il leggendario condottiero fosse molto più erudito di quanto si potesse immaginare e sapesse leggere e scrivere in mongolo.
Alcuni studiosi ritengono che il mongolo scritto, essendo stato creato agli inizi del XIII sec., non  sarebbe potuto essere “assimilato” dal fondatore dell’Impero mongolo ormai quarantenne.
Invece lo storico cinese ipotizza, secondo quanto riportato dall’agenzia Xinhua, che Gengis Khan abbia forgiato il messaggio originale indirizzato al monaco taoista, nel quale scrive: “Ho ordinato ai ministri di raccogliere le sue lezioni in un opuscolo e le leggerò personalmente”. Questa frase farebbe intuire che Temujin (Gengis Khan) potesse leggere le traduzioni in mongolo dei sermoni.Asa
 
(Fonte: Ses/Ct/Adnkronos)
 
Celebre per un pelo
 
Operazione riuscita. Yu Zhenhuan, cantautore cinese di 28 anni, torna a sentire grazie all’intervento di una equipe di chirurghi. Il ragazzo, operato a Shanghai aveva perso gran parte della sua capacità uditiva a causa dell’enorme quantità di peli presenti nelle sue orecchie.
Orecchie a parte, il suo corpo è ricoperto completamente da peli, grazie ai quali ha potuto debuttare, alla sola età di sei anni nel film “Avventure di un bambino peloso” ed è potuto entrare nel Guinness dei primati del 2002 come uomo più peloso del mondo.Asa
 
(Fonte: Sal/Pn/Adnkronos)
 
Giappone, nasce associazione salva-matrimoni
 
In Giappone, secondo quanto evidenziato dalle statistiche del 2004, la maggior parte dei matrimoni (con precisione 1 su 3) sono finiti con divorzio. Le cause principali sono legate soprattutto alla scarsa partecipazione alla vita familiare dell’uomo, troppo preso dal lavoro.
Per questo lo scorso 31 gennaio è stata proclamata la <<giornata della grande sfida di un sollecito ritorno a casa entro le 08:00 di sera per ringraziare le mogli>> dalla “Nihon Aisaika Kyokai”, ovvero l’Associazione giapponese dei mariti innamorati delle mogli, che tra l’altro ha pubblicizzato l’evento on-line sul sito web http://www.aisaika.org. L’impegno di questa organizzazione, visti i dati allarmanti sul fallimento dei matrimoni, è quello cercare di ristabilire un equilibrio delle relazioni coniugali. Per questo sul sito ci sono diverse raccomandazioni rivolte ai mariti: rincasare presto, chiamare la propria moglie con il suo nome ed evitare di utilizzare appellativi come “omaè” (tu che mi stai davanti) e fissarla negli occhi quando le si rivolge la parola. L’Associazione ha poi aperto anche un blog, dove tutti i mariti potranno scrivere per manifestare le proprie emozioni e sentimenti.   ASA
 
Fonte Ansa
 
Thailandia, mogli più violente dei mariti
 
Mariti riempiti di botte dalle proprie mogli. Lo stabilisce uno studio condotto dal Ministero della Sanità Tailandese secondo il quale il 6,2% delle donne (contro il 5,7% degli uomini) se la prende con il proprio consorte dopo aver bevuto troppo. Sudarat Keyuraphan, Ministro della Sanità, esprime la sua preoccupazione.  La Thailandia si colloca infatti al quinto posto nel mondo per consumo di alcolici, dopo Portogallo, Irlanda, Bahamas e Repubblica Ceca. Sono 18,6 milioni i thailandesi che abusano di alcool. Per questo motivo si è cercato di arginare il problema proibendo la vendita di alcolici negli esercizi pubblici dopo un certo orario e fissando la chiusura dei locali notturni alle  ore 2,00.Asa 
(Fonte: Ansa/AFP)
 
Seoul vuole risparmiare. Al via le sanzioni tramite sms
 
La Corea del sud è pronta a tutto pur di risolvere i problemi legati alla lentezza del suo apparato burocratico. Infatti da gennaio 2006 le notifiche riguardanti gli avvisi di garanzia potranno essere inviate via sms. Insomma i "messaggini" tanto amati ed utilizzati dai teenager, sembrano  piacere anche ai pubblici ministeri di Seoul. L'iniziativa consentirà di risparmiare circa 160 milioni di won, circa 158,000 dollari e il nuovo sistema sostituirà solo in modo parziale quello tradizionale, ossia la notifica cartacea.
Un funzionario amministrativo tiene a precisare come la "trovata" per snellire le pratiche amministrative dipenda dal fatto che ormai circa il 75% dei coreani possiede un telefonino. In ogni caso per ricevere informazioni su multe e penali il cittadino è tenuto ad iscriversi al servizio. Nonostante le spiegazioni dell'amministrazione ancora resta il dubbio su chi e sopratutto su quanti si registreranno al nuovo servizio.Asa
 
Fonte: Tgcom
 
Cina, AAA cercasi "nonni in affitto"
 
La festa della primavera, ovvero il capodanno cinese, è alle porte. Tutti si preparano ai festeggiamenti che avverranno rigorosamente in famiglia. Sopratutto chi lavora lontano dai propri cari ha già preparato le valigie per intraprendere il tanto atteso viaggio di ritorno. In questi giorni le grandi città sono in fermento, non solo però per i preparativi che richiede una grande festa, ma anche perchè madri giovanissime cercano disperatamente dei "nonni" in affitto che possano badare ai loro figli e sostituire, per questo particolare periodo, le colf che hanno fatto o che faranno ritorno a casa in occasione della festa. Le agenzie che offrono personale "senior" stanno facendo affari d'oro, infatti secondo Xu Yunlong, manager dell'agenzia di servizi Yijiaer di Pechino, conferma che "la metà del personale 'senior' hanno a disposizione ha già un contratto in tasca e la domanda «è in crescita»". Per i neoassunti la paga mensile sarà di 99 dollari mensili fino al ritorno della colf andata in ferie. Asa
 
Fonte: Adnkronos/Xinhua


Inserisci la tua email per ricevere la  newsletter di Asiatica gratis


Hosting by YMLP.co

Pubblica il tuoi comunicati stampa scrivendo a: asiatica@email.it